Tag: “Non si buttano gli avanzi” di moda?

Ciao a tutti, era da un pò che non partecipavo ad un tag, ma ora recupero grazie a Nickel Tested Beauty che mi ha citata e mi appresto a rispondere a sette domande che sono partite centrate sulla cucina e con precisione sugli avanzi e il loro impiego, tramutati in avanzi di cosmesi da NTB e da me ulteriormente traslati nel mondo moda, evviva la fantasia!

Le regole sono semplici, ripassiamole:

  1. citare chi ha creato il tag: quindi Opinionista per caso 2 che fa sempre foto bellissime!
  2. rispondere a 7 domande
  3. ringraziare chi ci ha taggati: Nickel Tested Beauty (maghetta della cosmesi e del riutilizzo e intervento riparatore del trucco! bravissima)
  4. nominare 7 blogger

Pronte? OK, partiamo:

  1. Come fai di solito rifornimento per la tua cabina armadio? Vai in un negozio particolare o compri online?

o-CABINA-ARMADIO-4-570.jpgEntrambe le cose, seguo la moda con particolare attenzione e individuato il capo o accessorio che desiro acquistare mi fiondo o in negozio o on line  e provvedo all’accaparramento….ci sono ovviamente alcuni negozi e stores che ritornano con periodicità, Milano ed hinterland non fanno mancare nulla!

2. Quando un abito è fuori moda e non riesci più ad indossarlo, cosa ne fai?

Solitamente non butto via niente, aspetto…, magari ripongo l’abito nell’armadio e attendo che ritorni in auge perchè la moda è fatta di dejavù e di vintage 😉

3. Ti è capitato di andare a fare shopping nei negozi e chiedere sconti?

Si certo, nei negozi in cui vado spesso ho un buon rapporto con le responsabili e a volte mi vengono incontro anche se le politiche scontisctiche oggi sono chiare e difficilmetne si ottiene qualcosa di più di quanto esposto e pubblicizzato….se si conoscono i rivenditori però si può essere invitati ai presaldi e questo offre l’opportunità di acquistare a prezzi scontati, ma avere ampia scelta di merce con poca confusione, non male!

4Ti senti in colpa quando noti di non aver indossato un abito acquistato e di averlo lasciato nell’armadio troppo a lungo? Quante volte accade?

Difficile che accada, in realtà succede che un capo usato le prime volte poi venga dimenticato e quando lo si ritrova è come riscoprirlo e magari lo si utilizza in maniera diversa, è anche indice di avere l’armadio un pò troppo pieno ahimè 😉

5. Ti è mai capitato, tornata a casa con dei nuovi acquisti, di accorgerti di aver comprato abiti o accessori non adatti ai tuoi colori o alla tua pelle? 

E’ capitato in passato ma l’esperienza ha insegnato cosa evitare e certi errori non si commettono più, può comunque succedere di pentirsi di un acquisto, in tal caso cerco di cambiare la merce o farmi fare un buono da riutilizzare con più accortezza.

6. Dopo le festività importanti come Natale, Compleanno, ecc, cosa fai con i vestiti ed accessori ricevuti in regalo che non sono di tuo gradimento?

Quali-sono-i-regali-preferiti-dagli-italiani-per-questo-Natale.jpgMi capita raramente di ricevere in regalo capi o accessori “sbagliati”, se proprio qualcosa non è adatto a me cerco di regalarlo per dare nuova vita ad un outfit che altrimenti rimarrebbe nell’armadio dimenticato.

7. Quando ti assenti da casa per un po’ perché devi andare in vacanza, cosa fai di solito prima della partenza per scegliere al meglio i capi ed accessori che porti con te?

Solitamente preparo una lista generica di ciò che devo assolutamente mettere in valigia considerata la meta, le opportunità, il meteo e la compagnia. Quindi scelgo capi che magari non ho indossato nella vacanza precedente anche per avere foto diverse e ricordi nuovi legati agli outfit, sarà divertente un domani rivedersi e riconoscersi in quel mood!

Valigia_estate_ChezMadeleine.jpg

Ecco, ho terminato, spero di aver reso l’idea del tag pur modificando il contenuto e adadttandolo al mio interesse per il fashion, per quanto concerne le nomine mi piacerebbe nominare tutti i miei followers affinchè chi fosse interessato e lo desiderasse abbia l’opportunità di farsi riconoscere e sperando di fare cosa gradita!

Per amore di cronaca, le domande originali erano le seguenti e darò comunque una risposta:

1- Come fai di solito il rifornimento della dispensa e del frigorifero della tua cucina, vai al supermercato tutti i giorni oppure fai la spesa settimanale?

Al supermercato per la spesa maxi che comprende il generale e una o più volte alla settimana per “i freschi”.

2- Quando ricevi ospiti a cena nella tua casa, cosa fai con gli avanzi?

Solitamente non ne ho, se capita si mangia il giorno seguente, non si butta via niente!

3 – Ti è capitato di mangaire la pizza o altro cibo al ristorante e hai mai chiesto se gli avanzi potevi portarli a casa?

Per la pizza e il fritto misto è capitato, il locale lo prvedeva e ci è stato offerto all’americana 🙂

4- Ti senti in colpa quando noti che nel frigorifero hai trovato cibo scaduto? Se la risposta è si ci puoi dire quante volte all’anno succede questa cosa?

Si, non capita mai, sto attenta alle date di scadenza e non acquisto mai troppo.

5 – Ti è capitato quando sei tornata a casa con la spesa di accorgerti di aver comprato della frutta o verdura marcia?

Qualche volta la frutta era un pò ammaccata, ma dicendolo al fruttivendolo di fiducia sono stata ricompensata  con frutta sceltissima 🙂

6- Dopo le festività più importanti come Natale, Pasqua, eccetera, il cibo avanzato lo mangi il giorno dopo oppure lo regali agli ospiti?

Solitamente si concorda con i famigliari che tipo di cibo cucinare  ein che quantià, gli avanzi si dividono con gioia 🙂

7- Quando ti assenti da casa per un pò perchè devi andare in vacanza, cosa fai di solito prima della partenza, spegni e svuoti il frigorifero oppure lo lasci con del cibo e acceso?

Cerco di svuotare il frigo il più possibile, qualche volta diventa difficile col freezer, ma non spengo nulla. Chiedo comunque a chi sta a casa e mi cura le piante di controllare che non ci siano blocchi di corrente o le sorprese sarebbero molto sgradevoli!

82631c5218c584e7faebfbeb28684c3a_169_l.JPG

BIANCO LATTE

images (17).jpgCiao amiche vi vorrei segnalare un posto molto carino, bakery, bar, lounge, fashion and jewels shop con monili e ceramiche insomma un piccolo mondo nel centro di Milano, precisamente in Via Turati n. 30 Si chiama BIANCO LATTE.

8493a838-2ce0-40cb-803a-3b5e6e29168f_Biancolatte

Come vi dicevo un pò bakery: offre una vasta scelta di dolci come quelle fatte in casa servite con panna e cioccolata per viziarsi alla grande…tante ottime crêpes dolci (quella al grand Marnier e arance amare è una scoperta! 😉 gelati come per es. ai tre cioccolati (con gelato al cioccolato fondente, al bacio e al cioccolato bianco) e tanti altri davvero sfiziosi… Ma non mancano primi piatti, piadine, insalatone ecc ecc… images (18)

Veniamo alla parte interessante per la giornata di oggi: dopo aver trascorso un’oretta a farmi fare un bel massaggio da Luxury Estetica (seguirà articolo) sono andata da Bianco Latte per gustarmi un’ottima centrifuga (vi ricordate che vi avevo parlato dell’Estrattore?): Ho scelto quella che si chiama DETOX, ingredienti: ananas, sedano, mela , kiwi. Buonissima, anche se il sedano predominava sugli altri gusti mi è proprio piaciuta, sicuramente mi ha dissetata con gusto. Per chi preferisse le tisane niente paura c’è un’ampia scelta a base di cannella, liquirizia, pera, mandorla, anice, finocchio, gusci di cacao, carruba e altri ancora…

d7414cd07619d871e5f612eb428c5ad9.jpg

Poi ho fatto un giretto nella parte shop dove ho trovato delle giacche bellissime finte militari dalle tinte unite screziate e arricchite di simboli, medaglie e mostrine stile esercito, molto trendy ma ahimè un pò care! I monili di Jack & co, 10 grammi d’amore e altri ancora con delle bellissime nappine, vi ricordate che ne avevo parlato nell’articolo: Tante nappine colorate ?  Borse colorate e pochettes…

biancolatte4.jpg

Nella parte shop ci sono anche ceramiche colorate e porta dolci graziosissimi che da soli arredano con stile anche una tavola semplice e sono insostituibili per un the con le amiche 😉 Cè anche un angolo dedicato alle piccole ladies con vestitini e tutù da danza e peluches talmente coccolosi che vien voglia di adottarli subito!!!!

images (19).jpgVolendo si può anche solo prendere un caffè, ma volete mettere che gusto ricco che potrebbe avere gustato in un ambiente così! 😉

      personalizzato-per-francesca.jpg

Franciacorta mon amour!!!

Partiamo da qui: la Franciacorta è una zona collinare che si trova tra Brescia e l’estremità meridionale del lago d’Iseo.

franciacorta-600.jpg

Io purtroppo non ci sono ancora andata ma è una prossima meta da incastrare nella mia organizzatissima estate all’insegna del sudoku che mi permette di far combaciare impegni di lavoro miei, totale libertà di mio figlio esente da impegni scolastici, gestione familiare, varie ed eventuali (meglio essere previdenti e considerare le varianti che tanto capitano sempre!!!).

franciacorta-2.jpgChi ci è andato me ne ha parlato benissimo, nessuno mi ha riportato commenti negativi e già questo è ottimo perché solitamente non vi è concordanza di opinioni quando amici e conoscenti ti raccontano le loro mete.

La stagione è ricca di eventi, ne elenco qualcuno:

  1. il festival Note di Franciacorta dal 28 maggio al 4 luglio organizzato dalle cantine del luogo che ospita i concerti di musicisti di settore
  2. l’installazione di Christo dal 18 giugno al 3 luglio sul Lago d’Iseo “The Floating Piers”
  3. il 25 e 26 giugno il Festival d’Estate che coinvolge cantine, ristoranti, palazzi e conventi con al termine il pic nic di domenica 26 giugno a Palazzo Monti della Corte a Nigoline di Corte Francia, sul prato gli chef preparano street food d’autore….

download (6).jpg  Ricapitolando una festa enogastronomica  con tanti itinerari ed  eventi in una terra che comprende 113 cantine che producono 16 milioni e mezzo di bottiglie in 184 ettari di vigneti (io lo dico sempre a mio figlio che la matematica è tutto!!!!) e strizza l’occhio al biologico nella coltivazione dei vigneti. Abbinare agli assaggi etilici la cucina è facile facile, basta dare un’occhiata alle guide, intanto vi do alcuni suggerimenti che potete verificare documentandovi in internet:

  1. la Dispensa Pani e Vini a Torbiato
  2. la Trattoria del Muliner a Clusane d’Iseo
  3. l’Hostaria Uva Rara a Monticelli Brusati

Per soggiornare potreste prendere in considerazione il Cappuccini Resort a Cologne, antico convento ristrutturato, ideale per rilassarsi dopo una sana bevuta!!!  Salute Allora!

p.s.

“Grazia” sei una rivista ricca di suggerimenti, grazie!

 

Pasti buoni e alternati…mangiamo bene e restiamo in formissima

dieta-consigli-sana-alimentazione-nutrizionista-firenze.jpg

Vi ho già parlato dell’importanza della sana alimentazione e sapete anche che anoressia, bulimia, obesità sono parole nemiche, da combattere ad oltranza…

In questi ultimi tempi ho seguito una dieta che si sta rivelando amica, si tanto tanto amica perchè non solo mi ha aiutato a combattere la ritenzione idrica e credetemi ne avevo bisogno ( se avete voglia andate a leggere quello che ho scritto su “Ritenzione idrica, nemica” o “Alimentazione, stare bene”) ma mi sta aiutando a calibrare le tipologie alimentari in maniera equilibrata nell’arco della settimana.

Vi spiego: è semplice, sana e potete provare tutti.

  1. Divido le tipologie alimentari: carboidrati, carne magra, carne rossa, uova, pesce, verdure, legumi, affettati, frutta, latticini.
  2. Passiamo ai numeri: 14 pasti così ripartiti
  3. Carboidrati almeno 4 volte alla settimana (comprende pizza o riso o piadina ecc)
  4. Carne magra altrettanto
  5. Carne rossa una volta sola (non la amo particolarmente quindi nessun sacrificio, anzi a volte la sostituisco con il minestrone)
  6. Affettato tipo bresaola o prosciutto 1 volta sola
  7. pesce 3 volte o di più (tipo jolly) a me piace il branzino, l’orata, a volte inserisco il tonno
  8. formaggio 1 volta sola ma dopo i pasti mi concedo uno yogurt magro come dolce (mi piace e mi sono abituata a gustarlo come dessert)
  9. legumi 1 volta o più se tolgo un carboidrato e solitamente da soli o abbinati alla verdura
  10. uova una volta alla settimana, magari due albumi e un tuorlo
  11. minestrone quando si vuole
  12. verdura quando si vuole, evitando tuberi (almeno per un primo periodo), limitando carote e mais
  13. frutta da mangiare a metà mattina e a metà pomeriggio come intermezzo, mai dopo i pasti (evitando avocado, banane, fichi e uva almeno in questa prima parte)

La dieta ha funzionato benissimo, ho perso tre kg e tanta ritenzione idrica, le gambe si sono sgonfiate.

Come avete visto si mangia di tutto, a seguire si integra con qualche gelato o dolcetto, comunque per ora la mantengo così perchè i risultati ci sono e la dieta è equilibrata e sana.

Mi raccomando se volete provare siate sincere con voi stesse, segnatevi tutto ciò che mangiate e non sforate altrimenti ingannerete solo voi stesse. Occhio però: se avete patologie o allergie alimentari o intolleranze chiedete sempre al vostro medico curante o cercate alternative a quanto proposto in questo menu.

Buon appetito, buona dieta e via con la prova bikini!!!!!

 

Eataly mi piace perchè…

è italiano al 100 % e quando ci entro mi sento orgogliosa di tutto ciò che siamo e sappiamo fare. Ok ok abbiamo tanti difetti e tanti problemi e non sempre ci meritiamo l’Oscar della civiltà, ma noi italiani siamo speciali e viviamo in un paese che ha veramente tutto!!!! Abbiamo materie prime, abbiamo quasi tutto ciò che a livello alimentare si può produrre, abbiamo luoghi magnifici, abbiamo storia, passione e inventiva.

Da Eataly fanno bella mostra di sè i nostri prodotti, i nostri marchi, la nostra qualità su tutti gli scaffali…possiamo gustare tutto ciò che ci aggrada in qualunque momento e assaporare i vini migliori per concludere con gli aromi del caffè più aromatico e sbizzarrirsi infine con i dolci per poi perdersi nel cioccolato…..

913ece70-4f36-4e90-8547-b48b0e4e502c.jpg

Poi ci sono i corsi di cucina centrati su tutto ciò che è commestibile e sulla migliore modalità per cucinare e proporre le pietanze, corsi  rivolti agli adulti e anche corsi ad hoc per bambini, gli appuntamenti gratuiti, incontri, eventi, campus e chi più ne ha ne metta….Si possono trovare i più particolari attrezzi da cucina, le chicche e le novità da tavola, tanti libri e manuali, tanti pensieri per regali e pensierini, perfetto anche per prendere un caffè o un aperitivo con un’amica…

images (1)

Fate un giretto, accogliete quello che vi aggrada di più e rilassatevi, siete nel cuore di Milano in quello che fu un teatro presitgioso e nell’aria c’è sempre un pò di magia!

Alimentazione…stare bene…

alimentazione-corretta2-1024x1024 Vogliamo stare bene, essere in forma, saper scegliere ciò che è meglio per noi, siamo italiani e abbiamo nel dna la cucina e soprattutto viviamo in un paese dove non manca assolutamente nulla…semplicemente dobbiamo tenere conto di alcuni principi e piccole regole che una volta interiorizzate possono solo esserci di grande aiuto. Innanzitutto dobbiamo conoscerci, fare gli esami del sangue e capire come siamo messi a valori è fondamentale (ferro, ferritina, colesterolo, ecc.) perchè è il punto di partenza per individuare la corretta alimentazione per preservare la nostra salute.

Secondo step: non privarci di nulla, tutti gli alimenti hanno un’importanza e un significato nella catena alimentare e se ben coordinati e alternati non fanno mai male, al contrario arricchiscono la nostra alimentazione e possono anche integrare ciò che ci manca.

Terzo step: se volete essere sicuri di seguire un regime alimentare corretto affidatevi ad un dietologo/centro di educazione alimentare serio che vi seguirà passo per passo e vi aiuterà a mantenere seriamente un proposito di corretta alimentazione allineata alla propria necessità.

Quarto step: siate sinceri, se ci sono cibi che proprio non vi piacciono o di cui non potete fare a meno, fatelo presente e fatevi sostituire la pietanza con qualcosa di diverso oppure cercate di cucinarla in modo differente, facciamo un esempio: se non amate particolarmente il pesce provate a cercare qualche ricetta sfiziosa, può essere che cambiando la modalità di cottura e con l’aggiunta di spezie quel filetto di orata che fino al giorno prima proprio non vi andava diventi invece una gustosa alternativa alla carne bianca…..se propri non posso fare a meno di un pezzo di cioccolato, lo inserisco nella mia dieta magari rinunciando a due biscotti o semplicemente scegliendo il cioccolato fondente che è meno grasso di quello al latte e soprattutto non mi proietta l’indice glicemico alle stelle….

Quinto step: registrate ciò che mangiate ad ogni singolo pasto, questo vi permetterà di tenere sotto controllo quello che veramente mangiate e credetemi non è banale perchè un grissino qua, un cioccolato là, cinque confetti dopo, una merendina a metà mattina, una bioche alle quattro e così via e quanto di più sbagliato possa esserci e ci porta molto lontano da una corretta alimentazione.

Sesto step: alternate, alternate, alternate….14 pasti in una settimana(tra pranzi e cene) più spuntini e merende…non abbinate mai carne/pesce/uova con pasta/riso/legumi, non fatevi mancare la verdura e concedetevi yogurt magro e almeno due frutti al giorno come merenda o spuntino. Non esagerate con i condimenti, l’olio extravergine di oliva è un alimento immancabile e due cucchiai al giorno sono sufficienti a rendere l’alimentazione completa, usate le spezie e le erbe aromatiche che danno sapore e sono sane e se potete evitate i fritti, concedeteveli ogni tanto, senza esagerare. Un bicchiere di vino al giorno ci sta, almeno un litro e mezzo di acqua (andate a dare un’occhiata all’articolo sulla ritenzione idrica e capirete…), evitate succhi di frutta zuccherati, optate per sane centrifughe (anche qui vi invito a dare un’occhio all’articolo sull’estrattore, uno degli acquisti migliori mai fatti!) e spremute. Informatevi bene sulle proprietà degli agrumi, contengono acidi che aiutano a dimagrire per chi fosse interessato (occhio però che questi stessi acidi sono deleteri per i denti, quindi appena bevuta una spremuta di pomplelmi o limoni correte a lavarvi i denti o rischierete nel tempo una ipersensibilità dello smalto!).

Un gelato o una fetta di torta o un dolce ogni tanto non possono farvi male, ma ricordate che il senso di appagamento che ne segue è illusorio quindi se avete sempre voglia di dolce significa che qualcosa non va, magari non siete contenti o cercate nel cibo una soddisfazione che manca altrove…fatevi qualche domanda in più e cercate di conoscervi meglio, ne trarrete sicuramente un beneficio, imparerete a volervi più bene, a preservare la vostra salute e a rispettare voi stessi e il vostro corpo che è unico…buona salute a tutti! 🙂

Estrattore

$_1Ho acquistato l’estrattore Panasonic, mi sono trovata benissimo!!!! Il mio succo preferito è: una mela, un limone, due kiwi e un pizzico di zenzero….dissetante e energizzante! A mio figlio preparo pompelmo con mela… E sai che c’è….riesco a fare anche dei magnifici sorbetti, quello alla mela verde è fantastico!!!!! Avrei dovuto acquistarlo prima, beh meglio tardi che mai….lo consiglio vivamente a tutti! La mia scelta è ricaduta sull’estrattore Panasonic MJ-L500SXE perchè è di minimo ingombro e ha una bella forma, inoltre ha l’accessorio per fare i sorbetti. Taglio la frutta a pezzi, sbuccio gli agrumi che hanno la scorza spessa e inserisco i pezzi di frutta et voilà…provate!!!!