Cate Blanchett

images (4)

Bionda o mora? Cate Blanchett può permettersi entrambi i colori risultado dolce e sofisticata nel primo caso, intrigante e misteriosa nel secondo. Siamo abituati a vederla bionda, attrice imperturbabile e inossidabile a prescindere dal ruolo, non sbaglia un colpo, appare equilibrata e molto professionale, pare di fatti che lo sia e gli addetti ai lavori si sperticano in elogi e complimenti, in occasione del film Marvel uscito di recente Thor Ragnarok interpreta il villain femminile Hela, dea della morte. Esito? Magnifico a mio parere e non solo. Cate ha carattrizzato il personaggio con un magnetismo che trascende lo schermo, i suoi occhi blu forano lo schermo e arrivano diritti allo spettatore che vorrebbe essere lei, elegante, potente, forte, decisa e sicura di sè e del suo potere.  Non è nuova ad impersonare dee dagli illimitati poteri, la ricordate come Galadriel nel Signore degli Anelli.

cate-blanchett-wearing-armani-privc3a9-couture-2014-oscars-300x450

Cate, australiana doc, ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui due premi Oscar  come miglior attrice non protagonista nel 2005 per la sua interpretazione di Katharine Hepburn in The Aviator di Martin Scorsese e nel 2014 come miglior attrice per Blue Jasmine di Woody Allen. I film in cui la sua interpretazione lascia il segno e rischia di oscurare gli altri  interpreti sono tanti e diversi nei topic. Tra i tanti a me è piaciuto molto The Gift di Sam Raimi dove Cate interpreta una giovane madre vedova che ha il dono della preveggenza. Molto bello anche Carol, opera basata sul romanzo The Price of Salt della scrittrice statunitense Patricia Highsmithun. Un pò lento il film, ma la resa del personaggio è potente e Cate incarna perfettamente la protagonsita senza mai scadere nella volgarità.

Elegantissima sempre, ha una figura snella e ben proporzionata, può permettersi di indossare qualsiasi look e non risultare mai banale. Legata dal 1997 ad Andrew Upton ha compreso l’importanza di una famiglia serena e oggi con quattro figli di cui una adottata è un bell’esempio di imprenditorialità femminile dedicata la cinema.

Brava Cate, ci piaci, sia bionda che mora anche se per dirla tutta io da mora l’ho adorata!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...