La festa dei fiori

Nella terra del vento corto proprio a ridosso di una dolce collina sorge un paesino delizioso, composto da tante casette di varie dimensioni, tanti negozietti piccoli ma ben assortiti, una chiesetta di roccia con un piccolo oratorio annesso, un parco attrezzato per i bambini e una scuola accogliente con un campo sportivo multiattività. Gli abitanti sono cresciuti lì e si conoscono tutti, si trovano volentieri in parrocchia la domenica, si aiutano in qualsiasi occasione, organizzano feste e sagre di paese al sabato sera, una volta l’anno si impegnano nel progetto delle Olimpiadi del mese e sono tutti coinvolti nel predisporre gare, giochi, eventi con la partecipazione anche dei più piccini. Ma c’è qualcosa che manca nel piccolo borgo. Dovete sapere che da tempo la giovane Agnes si è accorta che quando si organizzano tutti questi eventi e quando, purtroppo viene a mancare qualcuno, si fa sempre un pò di fatica a trovare delle belle composizioni di fiori. Sicuramente i fiori non mancano nella valle e nei prati, ma non c’è nessun negozio dove si possano comprare composizioni adatte alle diverse occasioni.  ornate-cartoon-flower-composition-isolated-on-a-white-background_10947400

Agnes ha diciotto anni, è una bella ragazza con morbidi capelli color del miele, due occhioni vivaci e un sorriso che conquisterebbe anche una pietra. Da sempre è appassionata di erbe e fiori con cui ama creare composizioni utilizzando anche candele, bacche,  rametti di abete, cannella, spezie e gessetti profumati. In paese sanno tutti che Agnes è davvero brava e tutte le volte che qualcuno ne ha necessità si riv olge a lei con preghiera di preparare un bouquet per l’occasione specifica, come i gemelli Max e Tommy che per il compleanno della loro mamma hanno richiesto un mazzo di margherite e Agnes ne ha confezionato uno davvero speciale. Le margherite gialle e bianche si alternavano a foglie di edera e un bel nastro di rafia color crema andava a sigillare l’impugnatura. Un’altra volta il Sig. Malgiotti le aveva chiesto aiuto per prepare un mazzo di fiori per la sua cara mamma che compiva 85 anni ed era una donna ammirata e rispettata in utto il paese, così Agnes aveva pensato ad un fascio di rose rosse scuro corollato da viburno che nel linguaggio dei fiori significavano gratitudine e stima. mazzo-fiori.jpg

La signora Moretti le aveva chiesto una composizione per la figlia che si laureava e aveva deciso di partire per un’esperienza di formazione all’estero, Agnes le aveva preparato una fascio di calle che simboleggiano l’inizio di un nuovo capitolo nella propria vita e le aveva raccolte in un velo di tulle con un nastro verde bosco, il colore preferito della figlia della signora Moretti. In occasione delle feste natalizie Agnes si era superata, preparato delle splendide composizioni, le sue decorazioni di biancospino con rametti di abete e pigne uniti alle bacche ed all’agrifoglio con la cannella erano risultate eleganti decorazioni destinate ad abbellire le tavole e le vetrine dei negozietti sparsi per il paese contribuendo a creare un’atmosfera calda e suggestiva. Agnes era felice e viveva questa sua passione con grande entusiasmo, un bel giorno aveva anche pensato che avrebbe potuto trasformare questa sua dote naturale in un vero e proprio lavoro, così aveva chiesto allo zio del sindaco di poter affittare un piccolo negozio da ristrutturare che in passato aveva ospitato una cartolibrearia ed aveva cominciato la sua avventura. In paese, come sempre, si erano resi tutti disponibili a dare una mano  così in men che non si dica nel negozietto si erano svolte tutte le attività di recupero e ripristino, si era mantenuta una zona lettura relax con una piccola libreria ben fornita e dove Agnes aveva istallato due pc con degli e-reader disponibili dove poter scaricare in formato elettronico qualsiasi tipo di libro per colmare il vuoto letterario della libreria che ovviamente non poteva essere esaustiva.35bdf344dbf8ef20d0a84f567ec67517

Qualche sgabello per i più piccini, un tavolino attrezzato con pastelli, pennarelli, colla ecc, due comode poltroncine e un tavolino dove appoggiare delle tisane cortesemente offerte a chi desiderava trascorrere qualche momento di relax in lettura nel negozio magari in compagnia dei propri bambini. Dal lato opposto tanti vasi ricolmi di fiori e piante, una scaffalatura di candele di ogni forgia e un piccolo scaffale dove prendevano ordinatamente posto tante decorazioni, nastri, stoffe di tulle e rafia per il confezionamento dei bouquet, pietre preziose, ninnoli vari, anche pupazzetti e cuori di paglia intrecciata, vasetti con gessetti profumati da appendere ai mazzi di fiori o semplicemente da acquistare abbinati ad un fiore soltanto. Dietro il bancone da lavoro recuperato da una vecchia tavola di quercia Agnes aveva appeso una litografia che riportava per ogni singolo fiore e pianta il suo significato affinchè i suoi clienti potessero consultarla in piena autonomia. Ci fu l’inaugurazione della piccola bottega “ I fiori di Agnes”, vi prese parte gran parte del paese e fu organizzata una bella festa, finalmente nel paesino della terra del vento corto c’era qualcuno che ufficilamente si occupava dei momenti lieti e di quelli meno felici con sincera partecipazione, tatto, capacità e un magnifico dolcissimo sorriso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...